top of page

La domenica e il suo pancake


pancake

La domenica mattina non c’è niente, ma dico niente di meglio dei pancake. Magari arrivando con quella fame che ci viene perché abbiamo dormito troppo e abbiamo saltato la colazione così, verso mezzogiorno, li facciamo precedere da due uova alla benedict, unendo pranzo e colazione nel famoso brunch che fa tanto internazionale.

Bisogna farsene una ragione, e bisogna smettere di credere che siano una cosa complicata. Mia madre ha dimostrato che basta farli con amore e diventano una colazione di quelle da ricordare.

Se ci volete provare ecco la ricetta:

ingredienti

300 gr di farina

300 ml di latte

3 uova

2 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di burro fuso (20 gr)

1 bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

Prendete un recipienti e mescolate nell’ordine la farina, lo zucchero, il sale ed il lievito. Intanto fate sciogliere a bagnomaria il burro. Una volta amalgamati bene aggiungete  le uova, il latte e per ultimo il burro fuso.

Preparate la padellina, antiaderente, piccola e dai bordi alti, imburrandola solo all’inizio, poi versateci due cucchiai della pastella e fatela distribuire sul fondo. I pancake sono da girare quando formano le bollicine, a quel punto si fanno cuocere dall’altra parte e sono pronti.

La forza di questa ricetta è che non diventano gommosi, anzi rimangono morbidi anche quando si sono raffreddati. Potete farcirli con marmellate, cioccolato, frutta, panna o il classicissimo sciroppo d’acero.

Ecco, ora ho fame.

Buona colazione, o merenda, o fate un po’ voi.

留言


bottom of page