top of page

La neve vista da me


20120206-124911.jpg

La neve vista da me. Bianca, prima di tutto, bellissima quando la tocchi, morbida e assolutamente divertente da calpestare e da tirare. Pulisce in modo strepitoso le macchine, fateci caso, soprattutto i vetri. Regala a tutto un aspetto irreale e senza tempo mentre l’aria che si respira sembra più pulita perché le macchine si fermano e lo smog diminuisce drasticamente.


Permette di fare una serie di cose fuori dall’ordinario: uscire prima dal lavoro o non andarci proprio, fare foto che sappiamo uniche perché ricapiterá tra trent’anni di rivederla a Roma, tirare fuori, per chi ce l’ha, l’attrezzatura da sci e fare finta di non essere in città, ma in settima bianca in montagna. È una scusa per divertirsi in modo semplice, per riscoprire la città a piedi con gli amici, per guardare finalmente quelle cose che di solito ci stanno davanti e basta. La neve non è il ghiaccio, il ghiaccio fa scivolare, blocca in casa, cade addosso dagli alberi e fa malissimo. Ma soprattutto fa saltare un appuntamento a cui tenevo. Oggi c’è ancora la neve, ma purtroppo il ghiaccio é di più, così mi accorgo che ho fatto foto a sufficienza, giocato a sazietà, respirato abbastanza aria pulita. Così vorrei che il sole squagliasse in fretta queste lastre dure, gelide e antipatiche che vorrebbero farmi credere di essere neve, ma che sono un’altra cosa. Ricordate quindi di non cadere nell’equivoco: la neve non é il ghiaccio.

Commenti


bottom of page